Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Domani a Ragusa Ibla il magistrato Bruno Giordano incontrerà Ernesto Maria Ruffini, Bernardo Mattarella e Francesco Raniolo ospiti della scuola dei Beni Comuni

82

La Scuola dei Beni Comuni di Ragusa Ibla giunge al giro di boa del primo anno di attività e affronta il tema dell’uguaglianza e delle disuguaglianze. Domani, sabato 16 marzo, alla sala Falcone e Borsellino di Ragusa Ibla Bruno Giordano, magistrato presso la Corte di Cassazione, incontrerà Bernardo Giorgio Mattarella, professore all’Università Luiss Guido Carli, Ernesto Maria Ruffini, Direttore generale dell’ Agenzia delle Entrate, Francesco Raniolo, professore all’Università della Calabria, per una giornata di studi e confronto sul principio di uguaglianza e sul come contrastare le disuguaglianze.

Dopo aver avuto come docenti Sigfrido Ranucci, Luciano Canfora, Tiziano Treu, Pasquale Tridico, Tommaso Nannicini, Marco Patucchi e tanti altri, la Scuola dei Beni Comuni prosegue nel suo ciclo di appuntamenti. “Quanto pesano le disuguaglianze nella nostra vita? – si chiede Bruno Giordano, Presidente onorario e artefice della Scuola dei Beni Comuni – e, soprattutto, quale prezzo paghiamo ogni giorno per una politica fiscale che non riesce a perseguire effettivamente l’evasione fiscale? Il sistema scolastico, la sanità, la giustizia, l’occupazione sono il prodotto di una spesa pubblica e di scelte che troppo spesso non misurano le ricadute sul piano dell’uguaglianza. Frequentemente ci fermiamo a riflettere su differenze sociali, economiche, di genere, di opportunità, dimenticando che queste sono conseguenza di scelte che spesso plaudiamo senza rendercene conto”. Uguaglianza, quindi, come parametro delle libertà, come luogo e obiettivo della partecipazione dei cittadini alla vita politica, alle scelte di politica economica e non solo come principio costituzionale.