Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Ragusa, stabilizzazione personale Asp: varato un tavolo tecnico con i sindacati

107

Varato il Tavolo Tecnico con i vertici dell’UOC Risorse Umane dell’ASP di Ragusa e due rappresentanti per ogni sigla sindacale del Comparto.

L’incontro ha affrontato la ricognizione sull’effettiva consistenza numerica del Personale nelle varie U.O.C. Si è trattato di un confronto con i dati ufficiali forniti dalla Direzione e il riscontro “sul campo” effettuato dalla parte sindacale.

Si è ribadita da parte sindacale l’esigenza di avere certezze con urgenza circa quel personale che ufficialmente viene reputato in esubero ma che in scadenza il prossimo 28 febbraio, non consentirà una regolare e continua turnazione nel rispetto dei minimi assistenziali, cosa che avviene già in parte adesso vista la riduzione dell’orario settimanale al Personale cosiddetto “Covid”.

La dr.ssa Sigona e gli altri Dirigenti suoi collaboratori presenti hanno rimandato tutto alle decisioni regionali, attese a breve che dovrebbero disporre eventuali proroghe.

La parte sindacale ha insistito sulla proroga – in special modo a tutti coloro che hanno raggiunti i requisiti per la stabilizzazione – e per tutti è stato chiesto l’orario completo; insistendo presso il competente Assessorato, paventando la chiusura di alcuni servizi che in atto sono assicurati soprattutto con grande sacrificio del Personale.

L’assicurazione che si provvederà alla stabilizzazione anche delle altre figure professionali e di supporto oltre a quelle già in itinere per gli infermieri, ormai in fase di ultimazione.

La qual cosa non ci rassicura perché si tratta di personale già operativo all’interno dei reparti e che quindi non darà benefici all’economia delle UU.OO.CC.

Dopo il confronto con la Direzione Strategica, la dott.ssa Sigona ci informerà circa le intenzioni aziendali in merito alle proroghe.

La parte sindacale non esclude che, se le risposte non saranno chiare e nel breve periodo, potrà mettere in campo altre forme rivendicative.

Per gli ASU si stanno studiando strumenti alternativi a loro vantaggio.