Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

La rivista letteraria araba “Addiwan Algiadid” dedica una pagina al ponte letterario di Domenico Pisana con la cultura araba ed egiziana

0 1.177

Da Modica un ponte culturale con l’Egitto attraverso la poesia e la letteratura. Ne è protagonista il poeta e scrittore modicano Domenico Pisana, Presidente del Caffè Letterario Quasimodo,  grazie all’interazione da lui attivata con poeti e scrittori italiani, poeti del mondo arabo ed egiziano e a livello internazionale.

A dare testimonianza dell’azione culturale di Pisana, è la rivista letteraria araba Addiwan Algiadid, che ha come riferimento sia la storica scuola poetica letteraria Addiwan e, altresì, Abbas Alaqqad ,  intellettuale, letterato, scrittore e poeta del primo Novecento arabo. La rivista è mensile ed è letta in tutto il mondo arabo. Nel cinquantesimo numero essa dedica un’ intera pagina  all’attività culturale e letteraria di Domenico Pisana che parte dalla città di Modica,  e che  – come sottolinea l’articolo –  grazie  alla rubrica “Poesia e Letteratura” da lui ideata e che va in onda sul canale web (You tube)  dell’Associazione “Egitto ora”, presieduta dal Prof.ssa Ossama Fawzy  con la collaborazione della poetessa romana Elisabetta Pamela Petrolati, è riuscito a coinvolgere  personaggi di grande livello culturale da diversi Paesi, come il prof. Hussein Mahmoud e la prof.ssa Wafaa ElBeih , della Facoltà di Lettere dell’Università del Cairo, e poeti contemporanei:  Hossam Barakat e  Abou ElMaati Shareb (Egitto), Mohammed Ayyoub e Ali Al Hazmi (Arabia Saudita), Emir Sokolovic (Bosnia), Zosi Zografidou (Grecia), Stefan Damian(Romania), Juliana Mehemeti(Albania), Veronica Paredes (Ecuador)   e diversi poeti e scrittori italiani: Adriana Gloria Marigo, Sergio Carlacchiani, Maurizio Soldini, Maria Benedetta Cerro, Alfredo Rienzi, Floriana Ferro, Daniela Solarino, Stefania La Via, Maria Teresa Infante, Giovanna Mulas, Tina Ferreri Tiberio, Lidia Loguercio, Annamaria Zizza, Giovanna Mulas, Sandra Guddo, Serenella Menichetti,  Daniela Cecchini, Emanuele Di Bella, Sara Bini”.

La rubrica araba ha utilizzato come fonte un articolo del giornalista ragusano Giuseppe Nativo, pubblicato sul quotidiano La Sicilia del 13 giugno 2023,  tradotto in arabo  da Aya Mohamed Mokhtar e revisionato da Islam Fawzi Mohamad, specificando come l’attività di Pisana si sia  mossa anche sul versante della grande letteratura occupandosi di poeti del ‘900 letterario italiano come Ungaretti, Montale, Quasimodo, Marinetti, Gozzano, D’Annunzio, Umberto Saba, Vittorio Sereni, Giorgio Caproni, Cesare Pavese, Pasolini, Zanzotto, Sinisgalli, Grazia Deledda,  e di poeti  del mondo egiziano come James Sanua, Nizar Qabbani.

“Pisana – scrive la rivista Addiwan Algiadid riprendendo il quotidiano La Sicilia –   è stato  ottimo costruttore di solidi ponti culturali tra la Sicilia e il mondo arabo, ovvero tra Modica e l’Egitto. Si tratta di un percorso maturato ed intrecciato con sottile, ma profonda, verve letteraria, attraverso il coinvolgimento  di tante personalità estere – in particolare egiziane – attraverso una semplice leva, quella, appunto, della “Poesia e letteratura come sguardo di vita” rubrica   seguita da  oltre 900 iscritti tra italiani ed egiziani, un’ istituzione fondata da un gruppo di giovani che  mirano allo sviluppo culturale e all’amicizia tra i popoli, che viene seguita dal Ministero della solidarietà sociale egiziano e che è altresì in rapporto con l’Istituto di Cultura Italiano in  Egitto e l’Università del Cairo.

L’articolo riporta, infine,  anche diverse testimonianze di personalità egiziane, come quella di Wafaa Raouf El Beih, Ordinario di Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea all’  Università di Helwan al Cairo, la quale dichiara che “Domenico Pisana, con la sua rubrica, ci fa protagonisti della sua storia di critica e di letteratura per aprirci una finestra, nuova ogni volta, che dà su mondi letterari diversi; e come quella  di Hussein Mahmoud , decano del Dipartimento di lingua e letteratura italiana della Facoltà di Lettere, Università di Helwan al Cairo e Consigliere scientifico dell’archivio nazionale dell’Egitto, che riferendosi alla rubrica  parla di “un appuntamento immancabile con il  professore Pisana , molto sensibile alla poesia italiana e non solo, ma che sa relazionare il mondo poetico italiano con la cultura mediterranea, confermando la validità del ponte culturale costruito con cura e serietà”.