Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Catania, alla facoltà di Lettere si presenta il libro di Domenico Pisana “Pianeta donna. Poetesse italiane del 2000”

944

Il saggio di critica letteraria del poeta e Presidente del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, Domenico Pisana, dal titolo “Pianeta donna. Poetesse italiane del 2000”, Casa editrice Kimerik, lanciato nel maggio dello scorso anno al Salone Internazionale del Libro di Torino, e presentato successivamente al LIBREXPO di Livorno nell’antica Fortezza della città e ancora al Festival della cultura mediterranea tenutosi ad Imperia, approderà a Catania il prossimo venerdì 24 Marzo.

La presentazione, organizzata dalla Società Dante Alighieri – Comitato di Catania, in collaborazione con la Fidapa del comune etneo, si terrà al Coro di Notte della Facoltà di Lettere dell’Università di Catania, alle ore 17.00. A moderare l’evento sarà Agrippina Barone, Presidente della Fidapa, Sezione di Catania.

Interverranno Rosalba Galvagno, professoressa associata di critica letteraria e Letterature comparate   dell’Università di Catania, e Dario Stazzone, Presidente della Società Dante Alighieri catanese, della quale Pisana è socio.  Alcuni testi poetici saranno interpretati di Miko Magistro, regista e attore del Teatro Stabile e Brancati di Catania, mentre intermezzi musicali saranno effettuati da Cinzia Sciuto, poetessa e cantautrice.

“Ringrazio – dichiara Domenico Pisana – tutti gli organizzatori e protagonisti di questa iniziativa, e gli esimi docenti che interverranno per illustrare il mio libro ove faccio una lettura critica delle  poetesse italiane Laura Barone , Luisa Bolleri, Ester Cecere, Daniela Cecchini, Flaminia Cruciani, Adele Desideri, Sandra Guddo, Rita Iacomino, Maria Teresa Infante, Lidia Loguercio, Adriana Gloria Marigo, Serenella Menichetti, Cecilia Minisci, Antonella Montalbano, Iole Chessa Olivares, Claudia Piccinno, Giuseppina Rando, Cinzia Sciuto e Tina Ferreri Tiberio. Si tratta di un viaggio appassionante –prosegue Pisana  –  all’interno di universi linguistici e interiori variegati; non sono poche infatti le tematiche di interesse attuale trattate e vi è poi una forte tensione spirituale che si manifesta in ognuna di loro con un approccio differente sia sul piano dei contenuti che su quello stilistico. Qui, nelle opere delle poetesse scelte, trovo rispettate la lingua e il linguaggio (ed è presupposto irrinunciabile senza di cui crollerebbe il delicato congegno delle ipotesi teorico – estetiche), l’immaginazione, e ancor più le leggi del cuore; con il complemento di una socialità non viziata da costrizioni paradigmatiche, esaltata da una “simpatia” – e si badi all’etimo greco – che riconduce alle più alte vibrazioni della coscienza umana e cristiana.

Il libro è stato inviato dalla casa editrice Kimerik alla Biblioteca Nazionale centrale di Roma, alla Biblioteca centrale della Regione Siciliana, alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, alla Biblioteca Comunale “Salvatore Quasimodo” di  Modica.