Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Al Giglio di Cefalù il percorso chirurgico del paziente in app per i familiari

0 21

PALERMO (ITALPRESS) – Non sarà più necessario attendere dietro la porta della sala operatoria l’uscita di un camice bianco per sapere se l’intervento è iniziato, è in corso o si è concluso con il ritorno in reparto del familiare. Alla Fondazione Giglio di Cefalù arriva l’applicazione “Smart Surgery”, implementata dai sistemi informativi del Giglio, coordinati dall’ingegnere Rosario Curcio, in collaborazione con l’azienda “TapMyLife”, che permette a familiari e caregivers di seguire il percorso chirurgico del paziente direttamente dal proprio smartphone o tablet.
“E’ un esempio concreto degli investimenti in innovazione tecnologica del nostro Istituto – ha detto il presidente Giovanni Albano – per migliorare l’esperienza del paziente e dei suoi familiari garantendo maggiore trasparenza, comunicazione e supporto durante il percorso chirurgico”.
“Il funzionamento è semplice”, ha spiegato Curcio. Al momento del ricovero il paziente riceve un braccialetto dotato di sensore di posizione che, previo consenso, ne consente il monitoraggio durante l’intervento. Per attivare il servizio, i familiari o i caregivers, autorizzati dal paziente, dovranno semplicemente scansionare il QR code fornito e digitare il codice di sicurezza. In pochi istanti l’applicazione, già disponibile per dispositivi iOS e Android, si connetterà con il paziente indicandone la posizione. “Il sistema, inoltre, contribuisce – ha concluso il direttore amministrativo Gianluca Galati – a ottimizzare il flusso di lavoro all’interno del blocco operatorio, riducendo i tempi di attesa e migliorando l’efficienza complessiva del processo chirurgico”.

– Foto: ufficio stampa Giglio Cefalù –

(ITALPRESS).