Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Numeri in crescita per l’olio siciliano, protagonista al SOL di Vinitaly

32

VERONA (ITALPRESS) – Grande successo per l’olio siciliano, alla degustazione organizzata dall’Irvo (Istituto Regionale Vino e Olio) di Sicilia nel padiglione Sol di Vinitaly 2025. Protagoniste cinque etichette delle 25 che espongono nello spazio dell’Olio extravergine d’oliva Ipg Sicilia.
“Un percorso sensoriale che attraversa tutta l’Isola – spiega Antonio Sparacio, vice capo panel Olio Igp Sicilia – in un crescendo di emozioni”. Degustatori da tutta Italia e anche qualche straniero curioso mentre l’evento dell’Irvo passa in rassegna il meglio della produzione siciliana.
“L’Irvo svolge nella pienezza il ruolo di ente certificatore con un continuo incremento dell’indicazione geografica protetta nata nel 2016. I dati, nonostante l’ultima annata difficili, sono sempre più confortanti”, afferma Michele Riccobono, responsabile dell’Unità operativa di Controllo e certificazione dell’Olio Igp. La quantità di olio Igp certificato si aggira sulle 2 mila tonnellate l’anno”.
Ovviamente si punta a fare ancora di più, considerato che, come ricorda Riccobono, “la produzione certificata rappresenta una piccola goccia nel grande mare di un mercato che evidenzia una domanda di olio siciliano di qualità certificata sempre in costante crescita”. Attualmente l’Igp rappresenta circa il 10% dei 160mila ettari di uliveti nell’Isola, ma il trend è sempre in crescita. “L’impegno dell’Istituto – conclude Gaetano Aprile, direttore dell’Irvo – proseguirà in termini di certificazione della qualità, ma anche di sostegno e di valorizzazione all’eccellenza della produzione di olio siciliano, anche perchè abbiamo capito che questo rappresenta un settore con enormi margini di mercato non soltanto in Italia”.

– Foto ufficio stampa Istituto Regionale Vino e Olio –

(ITALPRESS).