Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Più della metà dei lavoratori italiani insoddisfatta dello stipendio

55

ROMA (ITALPRESS) – L’inflazione e il continuo aumento dei prezzi, che da molti mesi si verifica nel nostro Paese, sta creando non poche difficoltà ai cittadini italiani. Anche a fronte di questo scenario, secondo un sondaggio di Euromedia Research, oltre la metà della popolazione italiana con un lavoro non si ritiene soddisfatta del proprio stipendio e ritiene di non ricevere una remunerazione adeguata al proprio lavoro. Una insoddisfazione ancora più forte tra la popolazione più giovane che, spesso, si ritrova a destreggiarsi tra stipendi non elevati e contratti precari e a tempo determinato. La quasi totalità degli italiani, in questo contesto e a causa del continuo aumento dei prezzi, si è ritrovata, dunque, a dover fare delle rinunce e limitare le proprie spese. Principalmente sono state limitate le spese relative allo svago e al divertimento, come ristoranti, cinema, vacanze e gite fuori porta. A seguire le spese per la persona come abbigliamento e cura di sè stessi. Nel complesso, considerando lo scenario generale, guardando al futuro c’è poco ottimismo e la percezione del 45,8% degli italiani è che la situazione economica del 2024 sarà uguale a quella dell’anno in corso, mentre il 40% immagina il prossimo anno in una situazione addirittura peggiore. Sondaggio di Euromedia Research per In Onda realizzato il 28/09/2023 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 800 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.

– Foto Euromedia Research –

(ITALPRESS).