Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Scicli, Le Vie dei Tesori 2023: visite a Chiafura e cimitero

143

Scicli e Ragusa sono i due comuni iblei dove quest’anno si terranno le Vie dei Tesori.
E’ il sesto anno nel ragusano di questo Festival che apre ogni anno in ottobre palazzi nobiliari, terrazze segrete, monasteri, chiese e cripte, giardini, musei scientifici consentendo a residenti e visitatori di riappropriarsi di spazi di arte e cultura spesso inediti.

A Scicli nei tre fine settimana da sabato 7 a domenica 22 ottobre (ogni sabato e domenica) apertura straordinaria delle grotte di Chiafura, percorso nella chiesa di San Giovanni Evangelista di via Mormina Penna con accesso al campanile, e la mattina di domenica 22 ottobre un percorso narrativo al cimitero monumentale per iniziativa dell’associazione Tanit.

Le Vie dei Tesori hanno il patrocinio della giunta Marino, sono state realizzate in collaborazione con la Pro Loco Scicli e saranno partecipate dai ciceroni-studenti dell’istituto superiore Quintino Cataudella.

L’assessore Enzo Giannone ha lavorato nelle scorse settimane ad assicurare la pulizia straordinaria e la scerbatura del Colle di San Matteo e Chiafura.

Alla antica chiesa matrice di San Matteo potrà accedere solo da via Sele. Per le grotte di Chiafura la visita si limiterà al primo livello, a gruppi di otto persone per turno, con caschetto antinfortunistico da cantiere.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, a Ragusa, l’assessore alla promozione e al turismo del Comune di Scicli Giuseppe Puglisi ha sottolineato come “le Vie dei Tesori rappresentino una importante azione verso la destagionalizzazione turistica, portando un turismo culturale di qualità nel territorio”.

Un obiettivo che la giunta presieduta dal sindaco Mario Marino persegue sin dal suo insediamento.