Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

In memoria di Don Pino Puglisi arriva a Palermo “Ho Sognato”

90

PALERMO (ITALPRESS) – In occasione del 10^ anniversario della Beatificazione di Padre Pino Puglisi e a 30 anni dal suo martirio, la Segreteria Provinciale dell’Unione Sindacale Italiana Poliziotti di Palermo, insieme all’Associazione Culturale della Polizia Municipale di Palermo, ha organizzato un evento speciale per ricordare l’esemplare parroco. L’iniziativa, intitolata “Ho Sognato”, si svolgerà il 25 maggio presso la Caserma Pietro Lungaro – aula Domenico Corona, nel capoluogo siciliano.
“Padre Pino Puglisi dedicò la sua vita al recupero dei giovani coinvolti nella malavita organizzata del quartiere Brancaccio, lottando per le sue idee e cercando di offrire loro un futuro migliore – si legge in una nota -. Questo evento mira a mantenere viva la memoria di questo coraggioso sacerdote e a diffondere il suo messaggio di speranza e impegno sociale”.
La manifestazione avrà inizio alle ore 8.30 con l’accoglienza degli ospiti e degli studenti delle diverse istituzioni scolastiche partecipanti. Tra questi l’Istituto Comprensivo Statale Padre Pino Puglisi, l’Istituto Linguistico Statale Ninni Cassara, l’Istituto Statale Vincenzo Ragusa e Otama Kiyoara – Filippo Parlatore, l’Istituto Comprensivo Statale Vittorio Emanuele III, l’Educandato Maria Adelaide e la Scuola Secondaria Statale Di Primo Grado Publio Virgilio Marone. “Coinvolgere gli studenti in un dibattito tematico offre loro l’opportunità di riflettere sulle sfide che affrontano nella società e sul ruolo che possono svolgere nel portare avanti l’eredità di Padre Puglisi”, spiegano gli organizzatori.
Alle 9.30 verrà proiettato il docufilm intitolato “L’Ultimo Sorriso”, scritto e diretto da Rosalinda Ferrante e Sergio Quartana. Uno sguardo intimo sulla vita e l’eredità di Padre Puglisi, approfondendo il suo impegno contro la criminalità e la sua dedizione alla comunità. Il lungometraggio permette al pubblico di immergersi nella vita di Padre Pino Puglisi, di conoscere le sue battaglie e di apprezzare il suo impegno nel contrasto alla criminalità. Un film documentario che è un tributo al suo lavoro e un modo per mantenere viva la sua memoria, affinchè possa continuare a ispirare le generazioni future.
Alle 10.30 avrà luogo un Tematic Talk, un dibattito sul tema del film, che coinvolgerà anche gli studenti partecipanti. Al dialogo interattivo prenderanno parte il Questore di Palermo, Leopoldo Laricchia, monsignor Filippo Sarullo, Parroco della Cattedrale di Palermo, Giovanni Assenzio, responsabile USIP Palermo, Paride Benassai, attore protagonista del docufilm “L’Ultimo Sorriso”, Giuseppe Raimondi, segretario Regionale UIL Sicilia, e Paola Geraci, rappresentante del Movimento Presenza del Vangelo. L’evento sarà moderato da Francesco Panasci, giornalista e direttore artistico dell’iniziativa.
Alle 12 avrà luogo la performance poetica di Martina Calandra, intitolata “Ho Sognato”, che aggiunge un elemento artistico all’evento. Attraverso le parole e le emozioni espresse nella poesia, il pubblico viene invitato a riflettere sul potere dei sogni nel plasmare il futuro e nel superare gli ostacoli che si presentano lungo il cammino.
Infine, alle 12.30, le “Fiamme Oro Taekwondo” chiuderanno l’evento con una spettacolare esibizione. “Questo momento di energia e maestria atletica vuole rappresentare la forza e la determinazione necessarie per superare le sfide e realizzare i propri obiettivi, come ha fatto Padre Puglisi nel corso della sua vita”, sottolineano gli organizzatori, che aggiungono: “L’evento ‘Ho Sognatò rappresenta un’occasione unica per onorare la memoria di Padre Pino Puglisi e per riflettere sulle sfide ancora presenti nella società. La sua eredità continua a ispirare molte persone a lavorare per un futuro migliore, combattendo l’ingiustizia e promuovendo la solidarietà e la giustizia sociale. L’iniziativa organizzata dalla Segreteria Provinciale dell’Unione Sindacale Italiana Poliziotti di Palermo e dall’Associazione Culturale della Polizia Municipale di Palermo dimostra l’importanza di un impegno collettivo nella costruzione di una società più equa e sicura”.
“L’evento si svolge in un luogo simbolico, la Caserma Pietro Lungaro, che rappresenta il cuore dell’attività delle forze dell’ordine impegnate a garantire la sicurezza della comunità. Questa scelta di location sottolinea l’importanza della collaborazione tra la polizia e la comunità per contrastare la criminalità e promuovere la pace sociale”, concludono gli organizzatori.
credit photo agenziafotogramma.it
(ITALPRESS).