Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Concessioni balneari, a Pozzallo l’assemblea della CNA regionale

0 22

Sarà la città di Pozzallo a ospitare, sabato 21 gennaio, l’assemblea regionale di Cna balneari Sicilia che avrà per tema “Tempo scaduto per i balneari siciliani”. L’appuntamento a partire dalle 10,30 presso lo spazio cultura Meno Assenza. Le concessioni balneari scadranno a partire dal primo gennaio 2024 in tutta Italia, Sicilia compresa. Le due sentenze n.17 e 18 pronunciate lo scorso 9 novembre dall’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato non lasciano, infatti, spazio alle interpretazioni. “Le norme legislative nazionali che hanno disposto (e che in futuro dovessero ancora disporre) la proroga automatica delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative, compresa la moratoria introdotta in correlazione con l’emergenza epidemiologica da Covid-19”, ha stabilito il Consiglio di Stato, sono in contrasto con il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea e con la direttiva Bolkestein. E “deve escludersi la sussistenza di un diritto alla prosecuzione del rapporto in capo agli attuali concessionari”, i quali potranno partecipare alle gare che dovranno essere bandite. Quello che emerge dalle due sentenze è che la norma europea è self-executing e dunque l’organo amministrativo non può applicare la norma primaria nazionale o regionale in conflitto con il diritto comunitario. Il parterre dei relatori è molto nutrito e qualificato. Interverranno, infatti, Sebastiano Battiato, presidente Cna Sicilia, Marco Daparo, presidente Cna Balneari Ragusa, Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo. Poi ci saranno gli interventi del presidente nazionale Cna balneari, Sabina Cardinali, Cristiano Tomei, coordinatore nazionale Cna balneari, Guglielmo Pacchione, presidente regionale Cna balneari, Gianpaolo Miceli, coordinatore regionale Cna balneari. Previsti, ancora, gli interventi di Giuseppe Carta, presidente IV commissione Ars, Elena Pagana, assessore regionale Territorio e ambiente, e Nello Musumeci, ministro per le Politiche del mare. Saranno presenti, altresì, esponenti dei Parlamenti nazionale e regionale.