Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Continua il successo della band iblea “Blinding Sunrise”: parteciperanno al “Riyadh Season” in Arabia Saudita

0 41

Continua senza sosta l’ascesa dei Blinding Sunrise. Nonostante il nome possa risultare sconosciuto a molti, questa band iblea (composta da cinque vittoriesi e un ragusano) sta continuando a riscuotere successi internazionali ed è famosissima in tutto il mondo. La band è composta da Mattia Giuffrida e Francesca Ereddia alle voci, Matteo Lorefice e Luca Pace alle chitarre, Onofrio Butera al basso e Valerio Macca alla batteria. 
Di qualche giorno fa l’ultimo riconoscimento alla loro bravura: parteciperanno al “Riyadh Season”, in programma in Arabia Saudita. Si tratta di un festival annuale di intrattenimento e sport sponsorizzato dallo stato e in programma da novembre a gennaio. Nel caso specifico, i Blinding Sunrise saranno tra i protagonisti del Japan Anime Town, un mega-villaggio tutto dedicato alla cultura degli Anime giapponesi. Presenti autori, disegnatori, musicisti (tra cui l’orchestra ufficiale di Dragon Ball e Naruto), attori e gamers, oltre che diverse centinaia di negozi a tema. La band, tra l’altro l’unica italiana presente per tutta la durata del Festival, è stata invitata ad esibirsi per una settimana a partire da lunedì 16 p.v. 
Nello stesso periodo, firmano il contratto con la Avex (la seconda casa discografica nel paese del Sol Levante dopo la Sony) contattati come i primi artisti a vivere oltreoceano. Faranno parte della “Muchoo”, nuova sezione di questa Major giapponese che lavora con Youtube. 

Nato nel 2011, il gruppo ha iniziato a farsi conoscere con produzioni proprie che potremmo catalogare nel genere “Melodic Metalcore”. Nel 2013, infatti, hanno pubblicato un EP (Cold Like Winter) contenente 5 brani. Nel 2015 arriva anche la pubblicazione di un album (This World Won’t Listen) che permette loro, nel 2017, di svolgere un tour di 10 tappe in Ucraina. Quattro di queste date li hanno visti aprire i concerti della band che aveva conquistato il secondo posto all’edizione 2017 di X Factor-Ucraina. Quasi per caso è arrivato poi l’amore per le opening degli Anime, ovvero le sigle delle opere di animazione di produzione giapponese. Non parliamo quindi di “semplici” cartoni animati, ma di produzioni animate che, soprattutto negli ultimi quarant’anni, hanno conquistato il mondo dando vita ad un vero e proprio modo di intendere la vita. Il primo brano riarrangiato da Blinding Sunrise è Unravel, dall’anime Tokyo Ghoul. La band lo produce completamente, sia a livello audio che visivo, e lo carica su Youtube. Il successo è mondiale e immediato. Altrettanto spettacolare la fama raggiunta con il brano Black Rover dell’anime Black Clover che raggiunge in pochissimo tempo un milione di visualizzazioni (oggi oltre 5 milioni e mezzo). Il loro canale Youtube vanta oltre 149000 iscritti. Sono apprezzati e amati quindi da chi predilige gli Anime, tanto che in un caso un disegnatore ha realizzato un modello che li ritraeva mentre, in un loro video, suonavano al Teatro Comunale di Vittoria. In un altro caso, l’autore di un brano li ha contattati per fare loro i complimenti e ha detto che si ispirerà ai loro suoni e alla loro energia per i suoi live. 

La band, tra l’altro, ama realizzare i propri video in luoghi del territorio ibleo e siciliano a loro molto cari. Abbiamo citato il teatro comunale di Vittoria, ma vanno ricordati anche il Castello di Donnafugata, ville e sale ricevimenti dell’area iblea o il mare di Lampedusa (come nel video dell’opening di One Piece girato su un galeone). La loro forza sta soprattutto nell’aver lasciato che lo stile dal quale provengono si miscelasse alle opening di questi noti anime che vengono, quindi, rielaborati quasi completamente. La band canta in giapponese e per farlo si avvale della consulenza di Kaoru Watanabe, madrelingua che da anni vive a Vittoria, e in inglese. Tantissimi, poi, i brani di loro produzione tanto che un disegnatore cinese li ha contattati chiedendo la realizzazione di un opening originale di un suo progetto.