Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Pozzecco nuovo ct Italbasket “Una responsabilità enorme”

0 12

MILANO (ITALPRESS) – “Ringrazio il presidente per avermi dato questa opportunità. Con Petrucci ci conosciamo da un pò, abbiamo un denominatore comune, la grande considerazione per la maglia azzurra. Penso che ci siano pochi sportivi che hanno sofferto per come ha sofferto il sottoscritto per la maglia azzurra”. Gianmarco Pozzecco tradisce l’emozione. L’ex play è stato chiamato dal presidente federale Gianni Petrucci a prendere il timone dell’Italbasket, “una responsabilità enorme – confessa il Poz – Sono stato escluso due volte da due competizioni a cui pensavo di dover participare, nel 1999 e nel 2003 – il riferimento agli Europei – Allora dissi che tifavo contro la Nazionale ma in realtà tifavo contro la sofferenza che mi lega ancora di più alla medaglia che abbiamo vinto ad Atene. Nessuno ha goduto come ho goduto io”. Head coach di Capo d’Orlando, Varese, Fortitudo Bologna e Sassari, nell’ultima stagione Pozzecco ha scelto di fare da vice a Messina ma ora vuole dedicarsi anima e corpo all’Italia. “Il mio ruolo sarà full time, c’è la necessità di chi ricopre questo ruolo di avere non solo l’obiettivo di far vincere la Nazionale, che è il più grande traino per la pallacanestro in generale, ma anche quello di far crescere il movimento, una responsabilità che vivremo quotidianamente – sottolinea -. Il basket deve riacquisire una visibilità che si è un pò smarrita. Ci prenderemo cura del nostro movimento”. A questo proposito il neo ct ha evidenziato la necessità che da parte delle società “ci sia più rispetto degli allenatori, è un lavoro estremamente complicato”. Ma non solo: “Se riuscissi a far capire che certi italiani sono migliori di certi stranieri brocchi sarebbe una gran cosa”. “Vogliamo fare una nazionale più competitiva ma che sia composta anche da persone che trasmettano un grande senso di squadra – ha proseguito Pozzecco – Il mio staff? Sicuramente ne voglio uno che abbia un senso, non sono un allenatore classico, sarò il 13esimo giocatore in campo. Una cosa che farò comunque, anche perchè non ho il dono della diplomazia, sarà essere me stesso, la mia leadership sarà autentica”. Il neo ct, poi, rivolge un pensiero al suo predecessore: “Dopo quello che Sacchetti ha fatto da giocatore e poi da allenatore, penso che possa essere considerato uno dei più grandi personaggi dello sport italiano”.
Al fianco di Pozzecco il presidente federale, Gianni Petrucci: “Non è stato facile per me ma ho ritenuto fare questa scelta adesso. Accetto le critiche, sui social mi attaccano tutti e più mi si attacca e più sono contento. Ma Pozzecco è la scelta ideale: da tempo lo stavo seguendo, abbiamo fatto una scelta straordinaria, è una persona onesta, simpatica, che ha allenato e bene. Abbiamo fatto la scelta giusta, Pozzecco è l’uomo ideale per la pallacanestro”. E rivolgendosi al nuovo ct ha chiosato: “Sarai l’emblema del nostro movimento. Nello sport si possono avere grandissimi successi nelle coppe, grandissime soddisfazioni, ma quando si allena la nazionale è un altro mondo”.
– foto Italpress –
(ITALPRESS).