Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Comunali Palermo, il centrodestra resta ancora diviso

0 37

PALERMO (ITALPRESS) – Centrodestra diviso nella corsa alla poltrona di primo cittadino di Palermo. I tentativi di far convergere solo su Roberto Lagalla l’unica candidatura, infatti, sembrerebbero al momento falliti. Francesco Cascio, supportato dalla coalizione Forza Italia, Lega, Noi con l’Italia e Coraggio Italia, infatti, ha definito sui social di pura fantasia l’ipotesi di un ritiro della sua candidatura. “Leggo ipotesi fantasiose di un ritiro della mia candidatura a sindaco di Palermo. Domani ho in programma una serie di incontri dove sarò impegnato a spiegare la mia idea di città. Ringrazio ancora una volta la coalizione che continua a garantirmi il pieno appoggio. Se qualcuno confonde la mia disponibilità al confronto con il ritiro dalla campagna elettorale ha sbagliato strada”. E’ arrivato, dunque, uno stop l’accordo per un unico candidato in vista delle prossime elezioni comunali. Dopo il ticket deciso da Lega e Forza Italia, che ha portato alla rinuncia del leghista Francesco Scoma e alla convergenza su Francesco Cascio, e il passo indietro di Carolina Varchi, di Fratelli d’Italia, non è arrivata la tanto ricercata candidatura unitaria.
“Posso solo augurarmi che tutte le forze politiche del centrodestra possano convergere sulla mia candidatura – aveva detto all’Italpress Lagalla, mentre si intensificavano le voci sul ritiro di Cascio -. Ho grande rispetto per le decisioni che assumeranno le varie forze politiche e il mio appello di questa mattina voleva proprio testimoniare questa mia posizione. Credo che sia costruttivo e doveroso un unico progetto politico del centrodestra per la città, che comprenda anche una dimensione civica come quella che sto portando avanti in queste settimane”. “Posso ribadire quello che chiedo da settimane: ovvero fare a tutti un appello al massimo senso di responsabilità – ha detto all’Italpress Nino Minardo, leader regionale di Lega-Prima l’Italia in Sicilia -. Lo stesso che abbiamo avuto noi, a suo tempo, quando rinunciammo alla candidatura di Francesco Scoma. Serve gioco di squadra e unità e questo non si trova nei vertici, ma nelle singole posizioni. Spero che si riesca a fare sistema”.
Unità e gioco di squadra, questa la volontà. Dal canto suo Cascio, forte anche dei risultati di un sondaggio del centrodestra che lui ha definito “ovviamente incoraggianti”, si è riunito all’Ars con i partiti che lo sostengono, tra cui Forza Italia e Noi con l’Italia. Decisione (al momento) rinviata: “Gli appelli di Cascio e Lagalla non ci lasciano indifferenti. La presenza della nostra coalizione politica è tesa a dare un buongoverno alla città di Palermo e ai suoi cittadini – scrivono in una nota i rappresentanti dei partiti di centrodestra che sostengono la candidatura a sindaco di Palermo di Francesco Cascio. – Non nascondiamo le difficoltà che emergono dalle contrapposizioni in atto che possono essere ripensate solo attraverso un percorso lineare e chiaro. Ci incontreremo nelle prossime ore per fare una proposta che possa tenere conto delle ragioni che uniscono anzichè quelle che dividono”. La partita non è ancora chiusa” aveva detto, ma al momento, l’accordo per una candidatura unica del centrodestra a primo cittadino di Palermo, sembra allontanarsi.
– foto Agenzia Fotogramma –
(ITALPRESS).

Generated by Feedzy