Con InSiciliaTV l’informazione la fai tu

Imprese, Sicindustria apre le porte alla Lituania con il Business Forum

0 46

PALERMO (ITALPRESS) – C’è Laura Kaziukoniene, direttore della Super Garden con la quale produce cibo liofilizzato innovativo e bio e cerca distributori, rivenditori e produttori siciliani e c’è Paulius Cepaitis della Oda Lt che produce e vende prodotti cosmetici all’ingrosso e al dettaglio e cerca distributori, ma anche cliniche di cosmetologia e saloni di bellezza oltre a istituti di formazione con cui collaborare. C’è Jolanda Kuzminienè della Varènos Pienelis che cerca nuovi partner per la sua impresa specializzata nella produzione di prodotti lattiero-caseari in conto terzi e c’è Vytautas Vitkauskas, general manager di Inta, una delle prime aziende Ict ad avere iniziato a fornire apparecchiature per telecomunicazioni e servizi di supporto per il mercato lituano. Sono solo alcune delle imprese baltiche che oggi stanno partecipando presso la sede degli industriali a Palermo, al Business Forum Lituania, l’incontro organizzato da Sicindustria, partner di Enterprise Europe Network, e patrocinato dalla Regione siciliana, dal Comune di Palermo, da Unioncamere Sicilia, e da MAIR Unipa, che rientra tra le tappe della missione multisettoriale di imprese lituane in Sicilia, realizzata in collaborazione con la Vilnius Chamber of Commerce, con l’Ambasciata della Lituania in Italia, con il Consolato della Lituania in Sicilia e con il distretto Digitech InfoBalt Lithuania.
Sono oltre 50 le imprese lituane e quelle provenienti da quasi tutta la Sicilia che stanno partecipando al forum e che nel pomeriggio incontreranno possibili partner commerciali. Una intera giornata dedicata alle opportunità di business e di partnership tra imprese di ogni settore: dalla logistica e trasporti all’agroalimentare, dall’Ict ai materiali per l’edilizia, dalla moda alla cosmetica.
“Sono molto felice di ospitare una giornata come questa interamente dedicata alle imprese – ha detto in apertura dei lavori il presidente di Sicindustria, Gregory Bongiorno – e sono orgoglioso di incontrare i rappresentanti della Lituania, paese all’avanguardia sotto ogni profilo con cui già collaboriamo da diversi anni grazie anche alla nostra partnership con Een. La Lituania ha da tempo inventato le Zone economiche speciali e ne ha fatto un punto di forza, ha un fisco agevolato e le imprese si contraddistinguono per innovazione tecnologica, sostenibilità e digitalizzazione”.
“Oggi – ha continuato – fare rete è un imperativo e la crisi che stiamo attraversando lo ha reso ancora più evidente. Credo pertanto che occasioni come questa debbano essere sempre più frequenti e sono certo che da questa missione scaturiranno importanti opportunità per tutte le imprese coinvolte”.
“Mi sono chiesto diverse volte in questi giorni se fosse il momento giusto per organizzare una missione estera, data la crisi Ucraina, e poi mi sono detto: sì è adesso è il momento – ha affermato Ricardas Šlepavicius, ambasciatore della Repubblica Lituana in Italia. -. Dobbiamo parlare tra di noi, tornare a guardare al nostro continente, fare rete e dobbiamo essere più forti, ma assieme. Abbiamo sognato mercati lontani per l’approvvigionamento soprattutto delle materie prime, ma dobbiamo tornare alle nostre capacità, perchè ogni crisi è un’opportunità. E’ il momento giusto per far rafforzare il mercato unico europeo. Se siamo forti economicamente lo siamo anche politicamente. Oggi abbiamo gettato le basi per una prossima missione di imprese siciliane in Lituania”.
“Lo scopo di questa missione – ha ribadito Alessandro Palmigiano, console onorario della Repubblica di Lituania per la Sicilia – è proprio quello di creare relazioni economico-commerciali tra le imprese lituane e siciliane. Dopo i progetti e le iniziative realizzate in questi anni, come per esempio l’accordo di gemellaggio tra la Città di Palermo e Vilnius, il Protocollo di intesa tra Palazzo dei Normanni e Palazzo Granducale di Vilnius e iniziative di culturali, questa volta, grazie alla collaborazione con Sicindustria, sono protagoniste le imprese”.
“Nel comitato europeo delle regioni – ha sottolineato Gaetano Armao, vicepresidente della Regione siciliana – i lituani sono i più presenti, attivi e dinamici e mi devo complimentare per il senso d’Europa che possiedono in un Paese che è entrato solo nel 2004. La Lituania ha una popolazione che è la metà di quella siciliana, ma ha un prodotto interno lordo molto più elevato perchè è riuscita proprio attraverso l’Europa a utilizzare al meglio le risorse. Voi come noi siete frontiera d’Europa e per chi è ai margini dell’Europa è essenziale essere interconnessi”.
“Ci sono tantissime ragioni – ha aggiunto Leoluca Orlando, sindaco di Palermo – che legano la nostra città alla Lituania, dall’economia alla cultura ed è su queste che dobbiamo puntare. Proprio ieri ho incontrato Robert Carey, presidente di Wizz Air, proponendo che dopo questa pandemia si possa reinserire il volo diretto Palermo-Vilnius, importante per il turismo e per il nostro tessuto imprenditoriale”.
“Le nostre aziende – ha concluso Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia – non si sono mai arrese, credono nei mercati esteri, nelle loro potenzialità e nonostante la pandemia, hanno reagito alla crisi adeguandosi a nuove sfide e nuove opportunità. Il nostro compito è quello di sostenerle in questi percorsi”.
Domani la missione continuerà con le visite aziendali da parte degli imprenditori baltici.
(ITALPRESS).

Generated by Feedzy